Il Cerchio

Ci si guarda un po’ attorno, un po’ più del solito e soprattutto in un modo diverso. Ci si guarda un po’ dentro. Il cerchio è decisamente il “luogo” migliore che ho trovato a Scampia. Una sorta di focolare che unisce tutti intorno ad una grande voglia di mettersi in gioco e sporcarsi le mani. È un tempo breve, essenziale e obbligatorio che ci accompagna in questa breve ma, per molti,  importante esperienza.

Ci si guarda un po’ attorno e ci si scopre un po’ di più, eliminiamo quegli stupidi pregiudizi che abbiamo a scuola. Unisce; unisce persone apparentemente molto diverse che poi lega, ci lega in qualche modo l’uno all’altro. Il cerchio è una dimensione. Unisce  in profondità anche senza scambiarsi troppe parole. Nel cerchio ci sono sguardi che si incrociano, sorrisi spontanei, condivisioni estremamente vere e significative, si mette in mezzo la propria giornata,  la spontanea bellezza che ci viene donata.

Ci confrontiamo.  Ci apriamo in questo cerchio apparentemente chiuso e metabolizziamo, fermandoci un attimo, le infinite “cose belle” che questi tre giorni ci regalano. Il cerchio è la dimensione di Scampia. Dà senso un po’ a tutto. È un momento in cui tutto sembra essere immobile e abbiamo la possibilità di riflettere su ciò che ha lasciato un segno e, sulle tante situazioni, gesti, parole che abbiamo immagazzinato. È la dimensione di Scampia. Ci aiuta ad essere semplicemente noi, a togliere quelle stupide maschere e atteggiamenti imposti. Il cerchio è una dimensione in cui riusciamo a guardarci negli occhi e non solo a vederci. Crea un’atmosfera magica, dà senso all’esperienza e ci fa trovare risposte.

È il momento che preferisco nella giornata. È più della semplice condivisione e lo apprezzo sempre più quando sono già a casa. Apparentemente il grido ‘cerchio!’ interrompe quello che facciamo, di fatto è dove tutto parte e tutto torna. A Scampia ci si sporcano le mani, ci si mette in gioco, non ci si ferma mai e la dimensione del cerchio è preziosa: ci restituisce ciò che spontaneamente abbiamo fatto.

Gemma Valle – Collegio S.Giuseppe Istituto De Merode

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *